enit

Arriva il marchio UE per i servizi fiduciari qualificati

eur-lex.europa.eu legal-content IT TXT PDF  uri=OJ L 2015 128 FULL from=EN

Nella G.U.U.E. 23 maggio 2015, n. L 128, è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2015/806 del 22 maggio 2015, che approva ce le specifiche del marchio di fiducia UE per i servizi fiduciari qualificati, in attuazione di quanto disposto dall’art. 23 del Regolamento (UE) n. 910/2014 del 23 luglio 2014 (c.d. EIDAS) in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno.

Il Consiglio dell’Unione Europea aveva adottato il 23 luglio 2014 il regolamento EIDAS – Electronic Identification and Signature (Electronic Trust Services) per fissare le condizioni per il riconoscimento reciproco in ambito di identificazione elettronica (eID – Electronic IDentification), e le regole guida per i servizi fiduciari per le transazioni elettroniche (eTS – Electronic Trust Services), creando così un quadro giuridico europeo per le firme elettroniche, i sigilli elettronici, marche temporali elettroniche, documenti elettronici, nonché servizi di raccomandata elettronica  e servizi di certificazione per Autenticazione web (PE-CONS 60/14; dichiarazione: 11733/14 ADD 1).

E ciò allo scopo di consentire, garantire ed estendere il regime transfrontaliero previsto per merci e persone alle transazioni elettroniche.

Ora, con il nuovo regolamento, i prestatori di servizi fiduciari qualificati, una volta registrati, possono utilizzare il marchio di fiducia UE per presentare in modo semplice, riconoscibile e chiaro i servizi fiduciari qualificati da essi prestati.

Pertanto, i prestatori di servizi fiduciari qualificati possano utilizzare il marchio di fiducia per i servizi fiduciari qualificati al fine di incrementare la fiducia in tali servizi e la facilità d’uso per gli utenti. Detto marchio di fiducia distingue chiaramente i servizi fiduciari qualificati da altri servizi fiduciari, contribuendo in tal modo alla trasparenza nel mercato e, conseguentemente, favorendo la fiducia nei servizi online e la loro facilità d’uso, fattori fondamentali affinché gli utenti possano beneficiare appieno dei servizi elettronici e se ne avvalgano consapevolmente.